header_image
Ricerca il tuo Immobile
abbiamo trovato 0 risultati
Risultati della ricerca

IMU 2018: tutte le informazioni utili per il versamento delle imposte.

Postato da PappalardoAgenzia on 12 dicembre 2018
| 0

Mancano pochi giorni alla scadenza del seconda rata, nonchè saldo, dell’ Imposta Municipale Proprio (Imu).

 

Infatti, dopo aver già pagato la prima rata lo scorso 18 Giugno, entro il 17 Dicembre i contribuenti che possiedono una seconda casa o un’abitazione di lusso dovranno effettuare il saldo di una delle tasse più odiatedagli italiani.
La scadenza del saldo IMU coincide con la data entro cui dovrà essere pagata anche la Tasi.
Con l’avvicinarsi della seconda scadenza dell’IMU, facciamo un pò di chiarezza su chi, come e quanto si deve pagare.

IMU 2018: quando si paga

Come già detto, ogni anno le scadenze dell’IMU sono due: l’imposta sulla casa può essere pagata in due rate, acconto e saldo, fissate rispettivamente nel mese di Giugno e Dicembre.
In linea generale, si ricorda, la scadenza dell’IMU così come quella della Tasi è fissata al 16 di giugno e al 16 di dicembre; per il 2018 tutti e due i giorni sono festivi (sabato e domenica) e perciò il termine per il pagamento viene rinviato al primo giorno lavorativo immediatamente successivo.
Quindi la prima scadenza IMU 2018 era fissata al 18 giugno 2018 mentre il 17 Dicembre si dovrà procedere con il saldo.
In caso di ritardo del termine di pagamento sarà possibile beneficiare della riduzione delle sanzioni con ravvedimento operoso.

IMU 2018: chi paga e acsi di esonero

I soggetti obbligati a versare l’IMU 2018 sono tutti i proprietari di immobili ubicati sul territorio italiano e tutti coloro che risultano essere titolari di diritti reali di godimento su beni immobili, come ad esempio l’usufruttuario, il titolare del diritto di abitazione e i titolari del diritto d’uso, di enfiteusi e di superficie.

  • unità immobiliari adibite ad abitazione principale di soci assegnatari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivise
  • gli alloggi classificati come sociali ai sensi del decreto del 22 aprile del 2008 del Ministero delle Infrastrutture
  • le unità immobiliari di proprietà del personale di servizio permanente delle Forze Armate o della Polizia, dei Vigili del Fuoco e del personale della carriera prefettizia non concesso in locazione.
  • la casa assegnata al coniuge in caso di separazione
  • unità immobilire, non locata, posseduta per proprietà od usufrutto da anziani o disabili ricoverati in istituto, qualora lo stabilisca l’opportuna delibera comunale.

IMU 2018: modalità di pagamento.

L’IMU si può pagare o attraverso il modello F24 o tramite bollettino postale.
Il pagamento tramite il modello F24, reperibile presso gli sportelli bancari e gli uffici postali, può essere effettuato anche online oppure attraverso gli intermediari fiscali abilitati (commercialisti e consulenti fiscali in genere).
Per il versamento, il modulo prevede una apposita sezione e deve essere compilato un rigo per ogni comune in cui si posseggano degli immobili.
In esso devono essere indicati:

  • il codice del comune;
  • il numero dei fabbricati posseduti in quel comune;
  • per i fabbricati diversi dall’abitazione principale e dai fabbricati rurali va distinta la quota destinata allo Stato e quella destinata al Comune;
  • se si tratta di versamento in acconto oppure a saldo;
  • l’importo dovuto.

 

 Mentre per il pagamento tramite bollettino postale, dove numero di conto corrente (1008857615, uguale per tutti i comuni italiani) e intestazione sono già prestampate, si dovrà indicare sullo stesso:

  • l’importo dovuto;
  • il codice del comune;
  • il numero dei fabbricati posseduti in quel comune;
  • se si tratta di versamento in acconto oppure a saldo.

 

Se vuoi vendere o acquistare casa chiedi una consulenza gratuita di un nostro esperto iscrivendoti al form qui sotto oppure chiamando allo 089 33 89 64.

Non perdere tempo e denaro

Accetti l'informativa sul trattamento dei tuoi dati personali*

Vendi-casa-salerno

Lascia una risposta

  • Ricerca Avanzata

    € 0 a € 900.000

  • Articoli recenti